BURUNDI

EMPOWERMENT DELLE DONNE E TECNICHE INNOVATIVE PER L’AMBIENTE E PER LA SICUREZZA ALIMENTARE

UMUCO

ENERGIA, INNOVAZIONE E TUTELA DELL’AMBIENTE PER LA RESILIENZA DELLE COMUNITÀ RURALI DELL’EST DEL BURUNDI

 

Nelle provincie di Ruyigi e Rutana il progetto UMUCO dà continuità alle precedenti iniziative migliorando le competenze e le conoscenze riguardanti le tecniche di protezione animale e ambientale. In particolare, si intende investire sull’accesso all’energia per finalità produttive, attraverso la fornitura di macchinari ad energia solare per la trasformazione del riso, la formazione alla valorizzazione delle risorse e favorendo una maggiore disponibilità di vegetazione utile al consumo animale. L’iniziativa inoltre favorisce la continuità con le indagini sulla stabulazione permanente avviate con i precedenti interventi, approfondendo l’analisi delle filiere dei prodotti di origine animale e insistendo sulla formazione degli allevatori e delle allevatrici nell’ottica di migliorare la produzione alimentare di origine animale.

 

DURATA

12 mesi a partire da Agosto 2023

 

SETTORI DI INTERVENTO

Energia | Sicurezza alimentare | Ambiente | Allevamento | Formazione

 

TWITEZIMBERE

RAFFORZAMENTO DELLA CAPACITÀ DI RESILIENZA DELLA POPOLAZIONE DELL’EST DEL BURUNDI: TECNICHE INNOVATIVE DI ALLEVAMENTO E PROTEZIONE AMBIENTALE

 

Il progetto TWITEZIMBERE ha promosso azioni integrate riguardanti l’ambiente e la produzione alimentare, attraverso tecniche e formazioni per un allevamento domestico più sostenibile e rispondente alle esigenze alimentari delle famiglie, favorendo un maggiore accesso a fonti di energia più sostenibili (distribuzione di kit solari, produzione migliorata di carbone) e promuovendo campagne di riforestazione e sensibilizzazione alla tutela ambientale.

 

DURATA

15 mesi a partire da Ottobre 2022

 

SETTORI DI INTERVENTO

Sicurezza alimentare| Ambiente | Allevamento | Formazione

DONNE E MESTIERI

EMPOWERMENT DI GIOVANI DONNE DELLA PROVINCIA DI KIRUNDO ATTRAVERSO PROGRAMMI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E AUTOIMPRENDITORIALITÀ

 

Il progetto DONNE E MESTIERI ha contribuito a migliorare le condizioni delle giovani donne nella provincia di Kirundo, rafforzando competenze e conoscenze in ambito agro-zootecnico, fondamentali per assicurarsi un lavoro dignitoso e capace di garantire alle beneficiarie e alle rispettive famiglie un adeguato livello di vita idoneo a soddisfare i bisogni di base. Allo stesso tempo, attraverso la Scuola dei Mestieri è stata supportata la formazione professionale e l’autoimprenditorialità, per il rafforzamento del ruolo della donna, promuovendo per le giovani ragazze percorsi di formazione ad un mestiere.

 

DURATA

15 mesi a partire da Dicembre 2021

 

SETTORI DI INTERVENTO

Empowerment femminile | Formazione | Inclusione sociale

L'educazione è l'arma più potente che si possa usare per cambiare il mondo.
Nelson Mandela

COSA FACCIAMO

 

Il progetto UMUCO contribuisce a rafforzare le competenze e le pratiche di protezione animale e ambientale nelle provincie di Ruyigi e Rutana, nell’est del Burundi, contribuendo allo sviluppo sociale ed economico delle comunità locali. L’intervento intende ampliare la produzione e la trasformazione di prodotti agricoli attraverso la fornitura di decorticatrici solari. Azioni di valorizzazione degli scarti della trasformazione agricola, di piantumazione di piante e arbusti e di formazione alla produzione e commercializzazione di complementi alimentari e nutrizionali consentiranno di migliorare la produzione di alimenti di origine animale, contribuendo alla sicurezza alimentare delle famiglie. Un’analisi delle filiere dei prodotti di origine animale condotta dall’Università del Burundi consentirà di intervenire sui fattori critici della produzione migliorandone la qualità e riducendo i rischi sanitari. Nel ruolo di partner IBO è responsabile delle azioni di formazione e ricerca, oltre a promuovere attività di sensibilizzazione dei giovani nel territorio dell’Emilia-Romagna.

 

Con il progetto TWITEZIMBERE si è intervenuti con proposte ed attività finalizzate a implementare sistemi integrati riguardanti l’habitat, le pratiche quotidiane e le risorse che servono ad una migliore qualità della vita, l’allevamento sostenibile e rispondente all’ approccio globale One Health_One Welfare (Una sola Salute, Un solo Benessere: opportunità per migliorare la salute e il benessere delle persone, degli animali e dell’ambiente).

 

Il progetto DONNE E MESTIERI, invece, aveva come obiettivo la formazione di insegnanti e studentesse della Scuola dei Mestieri attraverso lo scambio e il trasferimento di conoscenze con esperti locali ed internazionali, in particolare in merito a tecniche migliorate in ambito agro-zootecnico, produzione di colture cerealicole e orticole, allevamento di piccole specie animali (caprini, volatili e conigli), pescicoltura, apicoltura. Quest’azione ha previsto sia un affiancamento sul campo di insegnanti e studentesse durante le attività della scuola, sia la creazione di ambienti, sui terreni della scuola, finalizzati alla pratica di tecniche migliorate in ambito agro-zootecnico.

 

Inoltre, per favorire una comprensione più profonda delle tematiche trattate dai progetti e aumentare la consapevolezza tra i giovani, sono state realizzate attività di sensibilizzazione in Emilia-Romagna attraverso canali digitali, eventi di sensibilizzazione, incontri nelle scuole e Università del territorio.

 

PARTNER LOCALI

Parrocchia San Tommaso, Laboratoire National Veterinaire de Bujumbura, Université du Burundi

 

ALTRI PARTNER

LVIA , Circolo Acli – Vet for Africa APS, Associazione Centro per la pace di Forlì, SPAZIO 2030 APS, Centro per le Comunità Solari

 

FINANZIATORI

Regione Emilia-Romagna

LEADER DI PROGETTO

Sonia Santucci

DOVE E PERCHÉ

Il Burundi conta oltre 13 milioni di abitanti, una popolazione prevalentemente rurale, in maggioranza dedicata all’agricoltura di sussistenza. Il paese ha un tasso di crescita del 3,5 e una galoppante pressione demografica che, unita alla tradizionale vocazione agricola, nel corso degli anni ha innescato una massiccia occupazione del suolo e dei terreni in risposta alla crescente esigenza alimentare del paese.

 

Nel corso del 2021 nel paese è entrata in vigore una legge che obbliga alla custodia in appositi stabili degli animali domestici e di bassa corte, per porre rimedio ai frequenti scontri tra agricoltori ed allevatori a causa dello sconfinamento degli animali al pascolo sui campi coltivati. In risposta, gli allevatori sono ricorsi a ricoveri di fortuna per gli animali, con l’adozione di pratiche di contenimento spesso precarie e insalubri.

 

L’estensione massiccia dell’agricoltura provoca inoltre un sovrasfruttamento dei terreni, degrado dei suoli e distruzione delle aree protette. Il tasso medio di deforestazione è piuttosto elevato considerando che il legno è impiegato per il 96% per scopi domestici e dall’ 85% delle famiglie per illuminare la casa.

L’impatto dei progetti sulla comunità locale

UMUCO

120 studenti delle scuole secondarie di Ferrara e Forlì e giovani del territorio emiliano-romagnolo
6 enti pubblici e istituzionali locali in ambito zootecnico e veterinario
8 Centri di Servizio Rurale della provincia di Ruyigi e Rutana
120 allevatori

TWITEZIMBERE

800 famiglie di agricoltori e allevatori/allevatrici
60 donne produttrici di carbone
80 autorità locali, 2.400 abitanti della provincia di Ruyigi e Rutana e 400 membri dei Centri di Servizio Rurale
• 300 studenti delle scuole secondarie di Ferrara, Forlì e Parma e delle Università di Ferrara e Bologna
100 rappresentanti della società civile in Emilia-Romagna

• 110 cittadini sensibilizzati sui temi chiave

DONNE E MESTIERI

120 studentesse tra i 15 e i 20 anni che vivono nel comune di Gitobe
8 insegnanti della Scuola dei Mestieri
100 famiglie locali sensibilizzate sull’offerta formativa locale
260 insegnanti e studenti delle scuole secondarie in Emilia-Romagna
100 rappresentanti della società civile in Emilia-Romagna

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER