La rivelazione in un sorriso

Per un giovane volontario, cosa può significare vivere l’esperienza di un campo di lavoro e solidarietà?

Per spiegarlo basterebbe vedere uno di quei grandi sorrisi che i ragazzi sanno regalare al termine di una lunga e faticosa giornata.

In quel sorriso c’è la rivelazione di una scoperta che solo un occhio allenato può riconoscere. Una scoperta che porta con sé la più grande verità della loro vita. Su quelle bocche fiorisce il sorriso stanco ma pieno di gioia di chi pratica il dono di sé; quel sorriso che è affermazione del valore assoluto dell’essere umano.

È la scoperta dell’estrema importanza che hanno le relazioni di solidarietà tra persone diverse e della necessità di salvaguardare l’ecosistema in cui viviamo, per garantire alle generazioni future la possibilità di esistere.

Dal momento in cui avviene la rivelazione, per questi giovani la crescita e lo sviluppo individuale diventano, via via, legati sempre più strettamente al sentimento di responsabilità verso tutto ciò che è l’Altro; si palesa la consapevolezza che vede la loro azione libera e personale diventare la più grande forza rivoluzionaria per l’uomo e per la natura. 

Vivere l’esperienza di un campo di volontariato può voler dire anche questo.

Chiara Cocconcelli, volontaria IBO Servizio Civile in Italia e Camp Leader a Ridracoli



X