ROMANIA

Centro Pinocchio

L’educazione fa la differenza nel futuro dei bambini accolti ogni giorno presso il Centro Educativo Pinocchio di Panciu.

 

Qui gli operatori rumeni ed i volontari locali, italiani e stranieri realizzano attività di supporto scolastico, alfabetizzazione, attività ricreative, mediazione fra scuola e famiglia e un servizio mensa quotidiano.

Qui semplicemente c'è vita, quella vita di cui a volte ci dimentichiamo.

Maria Luigia

SETTORI DI INTERVENTO

Educazione | Formazione | Diritti dei minori.

 

COSA FACCIAMO

Il progetto di IBO si occupa di bambini ed educazione, con la convinzione che investendo nelle nuove generazioni si possa rompere il circolo vizioso della povertà. Il Centro Educativo Pinocchio, è una struttura diurna ufficialmente accreditata, aperta tutti i giorni dal lunedì al venerdì che accoglie quotidianamente quasi 50 bambini e ragazzi dai 3 ai 16 anni offrendo loro anche un pasto caldo ogni giorno.

 

Oltre al doposcuola, è stata assicurata un’educazione non formale con giochi, arte, sport, teatro e laboratori di cucina. Fondamentale per la crescita dei bambini, inoltre, è l’aiuto di assistenti sociali ed educatori che visitano le famiglie periodicamente, offrendo mediazione con la scuola, formazione e inserimento nel mondo del lavoro.

Grazie al supporto di molti donatori, si è potuto fornire ai minori iscritti al Centro diurno Pinocchio l’accesso grauito alla mensa, percorsi educativi e un servizio di assistenza sociale.

Negli ultimi anni, i volontari presenti al Centro hanno donato il tempo e il proprio  servizio anche presso l’asilo, la biblioteca del liceo, la casa di riposo e le case famiglia di Panciu.

 

PARTNER LOCALI

Lumea Lui Pinocchio

 

ALTRI PARTNER

Protezione Minori Vrancea, Comune di Panciu, Gruppo IMPACT di Panciu, Liceo I.Slavici di Panciu e A. I. Cuza di Panciu.

 

FINANZIATORI

Fondazione Vittorio Arrigoni – VIK Utopia, Comune di Ferrara, Donatori privati e sostenitori a distanza.

 

LEADER DI PROGETTO

Federica Gruppioni

DOVE E PERCHÉ

A Panciu, cittadina a 200 km da Bucarest, nella regione della Vrancea, abbandono scolastico, accattonaggio, analfabetismo e malnutrizione sono fenomeni comuni in un contesto igienico, sanitario e culturale molto precario. La popolazione rom (circa 880 persone in una comunità di 7664 abitanti) è oggetto di fenomeni di discriminazione, anche tra i banchi di scuola. Prima dell’intervento di IBO Italia non vi erano realtà che si occupassero dei bambini in difficoltà, né delle loro famiglie.

QUALCHE DATO

8.000

BENEFICIARI INDIRETTI

62

BENEFICIARI DIRETTI

7

VOLONTARI LOCALI

18

VOLONTARI INTERNAZIONALI

X