Storia di N.

Guardami.
Negli occhi.
Cosa vedi?

Riesci a vedere la mia anima?
Le cicatrici che percorrono
l’infanzia rubata dalla
vita in strada.

Dalle impietose mani di uomini
che mi trascinano nella loro auto
per ore interminabili.

Riesci a capire il mio silenzio.
La mia voce spenta
dal peso della vita
che per me è già
piombo.

Nel mio corpo giovane
non ho spazio
per i ricordi.

Solo doveri.
Di sorella, spazzina, mendicante.
Non i diritti di figlia
mi sono concessi.

Se gli occhi sono
specchio dell’anima.
Nei miei cosa vedi?

Silvia Simonetta, volontaria IBO Italia Servizio Civile India

N. è una ragazzina che ho conosciuto al centro per ragazzi di strada di Durgadevi, a Sud di Mumbai, nel mese di febbraio.
Vive sul marciapiede con i fratellini e la madre, probabilmente una prostituta. Basta una giornata al parco acquatico per far vivere poche ore di infanzia alle ragazze e ai ragazzi raccolti dalla strada e portati tutti i giorni al centro di Durgadevi.

Ho scritto Storia di N. tutto di un fiato, dopo aver osservato una foto scattata a N. che ballava sotto la doccia del parco acquatico.
N. dimostra appena l’età che ha. E’ la prima di 5 fratelli a cui fa più da madre che da sorella. Il suo sguardo e il suo silenzio racchiudono esperienze impronunciabili e fortissime, che ho tentato di rendere in parole nella poesia.



X